IN COSA SI ECCEDE A TAVOLA SOTTO LE FESTE


Secondo una ricerca sulle abitudini alimentari degli italiani sotto le feste risulta che gli eccessi maggiori riguardano il consumo di olio, superalcolici e vino, salse, frutta secca e salumi.
Olio e burro
«Le persone non conoscono il valore calorico degli alimenti, soprattutto dei grassi e dei prodotti elaborati come i dolci, i salumi e i condimenti – spiega la Dottoressa Michela Barichella, Responsabile medico SS Dietetica e Nutrizione Clinica ICP MILANO – ricordiamo che non si deve abusare dell’olio perché ha un valore calorico elevato. Indipendentemente dalla sua origine, d’oliva o di semi, a parità di peso, l’olio è più calorico del burro. Anche se le linee guida della corretta alimentazione consigliano di prediligere i grassi di origine vegetale rispetto a quelli di origine animale, perché questi ultimi contengono colesterolo, occorre sempre fare attenzione alle calorie».
Troppi grassi
I grassi non sono introdotti solo sotto forma di condimento, ma anche attraverso varie preparazioni industriali come snack, panettoni, pandolci, ecc. Il 40% del campione tra i 24-64 anni dichiara di consumare nel periodo natalizio patatine fritte confezionate e quasi il 50% degli stessi mangia anche focacce e pizzette. Un dato che potrebbe essere legato alla crescente abitudine di frequentare bar e locali per aperitivi e happy hours, e anche alla tradizione di scambiarsi gli auguri natalizi con brindisi e dolci.
I consumi di alcol
In questo periodo il 25% dei soggetti tra i 24-64 anni beve superalcolici, mentre il vino è consumato da circa il 60% degli intervistati. 
Salse, frutta secca e salumi
Durante le feste oltre a panettoni e pandori, si consumano più salse, soprattutto maionese (30-40% degli intervistati), più frutta secca (35%) e più salumi. I salumi vengono mangiati quasi tutti i giorni e il 50% degli intervistati consuma il salame più di una volta a settimana.
Lenticchie portafortuna?
Ci sono invece informazioni incoraggianti sul consumo di legumi: forse per tradizione o per la speranza che portino fortuna, le lenticchie sono consumate da più dell’80 % del campione, più volte alla settimana.
I consigli per non eccedere
Festeggiare è sacrosanto, ma occorre ricordare che i giorni di festa veri e propri sono solo la vigilia e il giorno di Natale, Capodanno e l’Epifania. Si tratta di quattro occasioni, ma ormai l’abitudine ha portato la nostra società a festeggiare per più di due settimane consecutive. Quindi, sebbene sia concesso mangiare di più nei quattro giorni deputati, durante gli altri giorni delle festività è bene mangiare regolarmente, o limitare le calorie introdotte se si è in sovrappeso. 
Aumentare l'attività fisica
Bisognerebbe inoltre aumentare l’attività fisica per smaltire le calorie in eccesso.
Panettone e pandoro
Per limitare l'introito calorico è consigliabile consumare panettone, pandoro e altri alimenti ipercalorici tipici delle festività solo nei giorni di festa, evitando di mangiarli quotidianamente nei giorni successivi, in particolare a colazione o a merenda.
Non dimenticarsi di bere
Non far mai mancare sulla tavola natalizia abbondanti caraffe di acqua. Bere vino rosso moderatamente. Evitare le bibite gassate e zuccherate e i superalcolici.
Le verdure
Evitare, per gli antipasti, preparazioni ricche in salse e preferire invece sottaceti, verdure grigliate o in pinzimonio, affettati magri e funghi. Accompagnare il secondo piatto con abbondanti verdure crude e cotte.
Pane e formaggi
Limitare il consumo di pane ed evitare di servire formaggi dopo il secondo piatto.
Frutta e dolci
Portare in tavola, a fine pasto, un’abbondante porzione di frutta fresca (agrumi, ananas, kiwi), limitando la frutta secca e candita ai soli giorni di festa. Evitare di accompagnare i dolci natalizi con creme, cioccolata e farciture varie.
Smaltire le calorie
Per aiutare a smaltire le calorie in eccesso, assunte con gli alimenti è consigliabile mantenere in casa e negli ambienti di lavoro temperature non superiori ai 20 gradi e assumere uno stile di vita attivo, spostarsi preferibilmente a piedi o in bicicletta e preferire le scale al posto dell’ascensore.

Invecchia insieme a me. Il meglio deve ancora venire. - Robert Browning
AVVERTENZA - Questo blog ha esclusivamente scopo informativo e non è inteso come sostitutivo dell'atto medico. Pertanto le informazioni qui riportate non devono essere utilizzate per diagnosticare o curare un disturbo o una malattia. Il Lettore è invitato ad interpellare il proprio medico curante per domande relative al proprio stato di salute.